Fornitura impianti di elettrolucidatura


Giemme Srl propone la progettazione e la realizzazione di impianti di elettrolucidatura dedicati all’acciaio inossidabile, oltre che la fornitura del prodotto chimico idoneo:
una sorgente di potenza converte la corrente alternata in corrente continua a basso voltaggio. Una vasca in polipropilene antiacido viene usata per contenere il bagno chimico ed una serie di piastre catodiche in piombo, rame o acciaio inox AISI serie 300 vengono immerse nel bagno, collegate al polo negativo della sorgente di tensione. Un parte della serie è fissata ad una rastrelliera in titanio o rame; la rastrelliera è quindi accoppiata al polo positivo della sorgente di tensione. Il pezzo è quindi connesso al terminale positivo, mentre il terminale negativo è connesso ad un conduttore opportuno.
Sia il terminale positivo che quello negativo sono sommersi nell’elettrolita, formando un circuito elettrico completo.
Nel caso di serbatoi l’anodo è la superficie interna del serbatoio stesso.

L’impianto è realizzato interamente in Italia, su misura alla esigenza del Cliente e può implementare e completare la serie di vasche necessarie alle altre finalità di trattamento quali: sgrassaggio, decapaggio e la finale passivazione chimica, comprese le opere di captazione fumi e il loro trattamento.

Il progetto può essere studiato e realizzato prevedendo la parziale o totale automazione, con carico e scarico dei pezzi, lavaggio dei pezzi, recupero dei reflui.