Trattamento chimico di ossidazione dell’acciaio COR-TEN


L’acciaio COR-TEN e l’ossidazione chimica forzata secondo GIEMME: esteticità ed ecologia

La principale caratteristica di questo acciaio è la sua ottima resistenza alla corrosione da agenti atmosferici dato che la naturale ossidazione si arresta con il tempo, formando una patina protettiva che non si modifica nel tempo.

La tonalità cromatica ossidata che prende origine in superficie appare calda e intensa ed offre molte soluzioni estetiche in relazione all’insolita "eleganza della ruggine" che sottolinea la sensazione di vissuto data dai segni del tempo, come testimonia il largo impiego per costruzioni di ponti, particolari architettonici di edifici, arredamenti interni e sculture monumentali.

È importante ricordare che la norma EN 10025-5 definisce le caratteristiche meccaniche e chimiche degli acciai Cor-Ten e che la fornitura sia della lamiera che del materiale per saldatura dovrà essere correttamente certificata.

  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox
  • Decapaggio Acciaio Inox

Il grande successo raggiunto dal Cor-Ten deriva dalle due principali caratteristiche che lo contraddistinguono: l'elevata resistenza meccanica e l'ossidazione controllata dalle peculiari qualità estetiche. Quest'ultimo aspetto in particolare lo ha portato con successo all'attenzione di architetti e progettisti negli ultimi anni: la sua patina, che impedisce il progressivo estendersi della corrosione all’interno, rende il metallo molto resistente e con caratteristiche cromatiche uniche le cui tonalità bene si abbinano a moltissime e diverse situazioni progettuali.

La ruggine nel Cor-Ten è “desiderata” in quanto costituisce una patina protettiva di ossido a forte aderenza che presenta un’ottima resistenza alla corrosione atmosferica. Questa pellicola è caratterizzata da uno strato esterno poroso e da un sottile strato interno amorfo e impermeabile ricco di rame, cromo e fosforo, che conferisce resistenza alla corrosione. Il colore varia, nel corso del processo di ossidazione, da un arancio iniziale fino ad una colorazione bruno-rossastra all’avvenuta stabilizzazione della patina, che, in normali condizioni ambientali avviene in 18-36 mesi con una diminuzione di spessore di circa 0,05mm.
La Giemme Srl propone un prodotto chimico liquido assolutamente innovativo che, steso sulla superficie asciutta del COR-TEN, contribuisce a formare l’ossidazione in poche ore. Si otterrà in breve tempo con l’ausilio del semplice pennello una superficie finita, stabile e uniforme.
Non essendo richiesto alcun risciacquo l’operazione potrà essere eseguita in qualsiasi luogo e senza creazione di alcun refluo.


L'acciaio Cor-Ten può essere saldato in tutti gli spessori e con tutti i più comuni metodi di saldatura, ma se utilizzato allo stato "nudo" per impieghi architettonici è necessario che la saldatura sia effettuata in più di due passate, ed è consigliabile che, per le ultime due, vengano utilizzati elettrodi al 2% o al 3% di Ni in modo da ottenere cordoni di saldatura con una colorazione simile a quella dell'acciaio. Attenzione inoltre alla corrosione galvanica generata dall'accoppiamento con materiali nobili come lo zinco e l'alluminio.
Per la saldatura di giunzione Giemme propone elettrodi rivestiti e fili sia pieni che animati che velocizzeranno la saldatura e ne permetteranno la rapida ossidazione finale con il prodotto chimico opportuno.

Il ciclo completo testato per il trattamento dell’acciaio COR-TEN:

CORTEN DEK
Decapante liquido da stendere a pennello o a spruzzo, in grado di disossidare/sgrassare la superficie del Corten ed eliminare ogni presenza di calamina pellicolare sempre presente all’atto dell’acquisto delle lamiere.
Sciacquare a terra dopo 1-2 ore con acqua corrente.

CORTEN RUST
Accellerante liquido ampiamente testato da irrorare a spruzzo (nebulizzatore) o mediante tamponatura in quantità limitata e uniforme su tutta la superficie del Corten.
Irrorare almeno 3 volte senza ausilio di acqua e attendere, ogni volta, l’asciugatura naturale in aria del manufatto.
Il processo di completa con l’incrementarsi dell’ossidazione superficiale mediante ossido di rame.
Attività da svolgersi sia in officina che direttamente con il manufatto in Corten già montato nel sito a cui è destinato.

CORTEN PASS
Passivante liquido inibitore momentaneo di ossido. Utile per costituire la base di una verniciatura a cura del Cliente.

OLIO CORTEN PROTECTOR
Olio protettivo da stendere a raggiunta ossidazione esteticamente piacevole. Stendere a pennello o a spruzzo. Si consiglia di ripetere il trattamento due volte attendendone l’asciugatura in aria.
Superficie stabile nel tempo soprattutto per manufatti destinati all’ambiente domestico purchè non abradibili (scale, pedane, atc). Ottimo effetto estetico. Superficie opaca e grezza (effetto “cartavetroso”).

VERNICE OPACA CORTEN PROTECTOR UV NEW!!!
Smalto bi-componente opaco resistente ai raggi UV da stendere a raggiunta ossidazione esteticamente piacevole. Stendere a pennello per almeno due volte. Asciugatura in aria.
Ideale per manufatti esposti ad intemperie o ad usura continuativa. Ottimo effetto estetico e duraturo. Superficie grezza e ancora “cartavetrosa” dopo le due mani di trattamento.

Tags

lavorazione corten invecchiamento corten come formare ruggine sul corten accellerare ruggine sul corten